Cicatrice ipertrofica

0
51

Cicatrice ipertrofica: che cos’è?

La cicatrice ipertrofica è una cicatrice particolare perché rispetto alle altre ,durante il processo di guarigione, produce un’eccessiva quantità di tessuto cicatriziale. Spesso sono causate da una manipolazione o un trattamento errato della ferita.

La formazione delle cicatrici ipertrofiche  avviene  solitamente tra la quarta e l’ottava settimana dalla guarigione di una ferita infetta. Col passare del tempo la cicatrice ipertrofica potrebbe avere una regressione spontanea e scomparire, oppure al contrario evidenziarsi e dare fastidio.

Aspetto della cicatrice ipertrofica

Le cicatrici ipertrofiche sono in rilievo, di colorito rosso roseo, di forma irregolare ma con i margini ben delineati. Sono, inoltre, caratterizzate da una superficie liscia e da una consistenza fibrosa e dura e spesso sono dolorose e portano prurito.

Inizialmente la cicatrice ipertrofica è identica alle altre, forse solo un pò arrossata, ma la creazione di tessuto in abbondanza avviene successivamente quando la zona si infiamma. In questa fase il corpo inizia a produrre tessuto in eccedenza, rispetto al tessuto necessario e diventa rossa, dura e gonfia,  causando anche prurito e fastidi vari.

Curare una Cicatrice ipertrofica

Più che una cura per una cicatrice ipertrofica , bisognerebbe prevenirla , cercando di evitare complicazioni come infezioni e le varie problematiche legate ad una ferita.

La prima cosa è assicurarsi una corretta guarigione , solitamente questo compito è affidato al chirurgo/medico, che deve rimuovere i punti o i supporti, quando la ferita è completamente guarita. Spesso una sbagliata gestione iniziale dovuta al non rispetto dei tempi fisiologici di guarigione porta alla formazione di infezioni e cicatrici.

Quando sono stati rimossi i punti , nei tempi giusti, si forma una linea rossa di cute nuova in cui il corpo deve prendere coscienza con un nuovo lembo di pelle e sanarsi . In questa fase ci sono dei trattamenti per prevenire la formazione di cicatrici ipertrofiche e favorire la rapida e ottimale riparazione della ferita :

  • i massaggi cicatriziali
  • la pressoterapia o elasto-compressione
  • la crioterapia
  • le applicazioni di gel di silicone
  • la laser-terapia
  • la radioterapia
  • il trattamento chirurgico

La scelta della terapia cambia da persona a persona ed è facoltativa, invece l’applicazione di un’olio o crema con azione emolliente, lenitiva e antinfiammatoria è un passaggio fondamentale perchè è utile per idratare e nutrire il tessuto e favorirne una maggiore elasticità e morbidezza.

Creme e oli naturali per il trattamento di cicatrici ipertrofiche

  • Olii essenziali (Tea tree oil, lavanda etc..) per l’azione antibatterica;
  • Crema o Gel a base di Aloe per l’azione antinfiammatoria;
  • Allantoina ed antociani per l’azione antiossidante;;
  • Complessi vegetali con effetto idratante;
  • Cortisone;
  • Complessi minerali come il silicone con effetto dermoprotettivo.

Conclusioni

Le cicatrici ipertrofiche  sono benigne e non dannose per la salute generale di una persona , ma per chi vuole eliminarle deve assolutamente consultare un dermatologo per discutere le opzioni di trattamento.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here