Perdere adipe addominale: ecco cinque consigli

0
52

Perdere adipe addominale non è facile. Per molti è un problema estetico, per altri si tratta di un vero e proprio problema di salute difficile da gestire. È importante precisare comunque che vi sono diverse tipologie di adipe: 

  • Il grasso viscerale, ovvero quello che comunemente viene chiamato grasso addominale, e che si deposita all’interno della cavità addominale, distribuito tra gli organi interni. Crea danni alla circolazione, fa aumentare il colesterolo, ed è il principale responsabile del diabete di tipo 2, nonché di scompensi cardiaci.
  • Il grasso sottocutaneo, invece, è quello che si deposita in superficie e serve a proteggere i muscoli: il riferimento è la classica pancetta che tutti noi combattiamo quotidianamente. 

Ovviamente, quello che provoca problemi di salute è il grasso viscerale, ed è il più difficile da eliminare. Questo tipo di grasso si concentra sotto i muscoli dell’addome, e rilascia adipocitochine, delle molecole che influenza l’appetito, gli ormoni, il rilascio di insulina e il metabolismo lipidico. Una sua presenza eccessiva può quindi causare diabete di tipo 2, problemi cardiovascolari, problemi ormonali e di infertilità.

Il vero problema è che in presenza di queste malattie, si è più portati ad accumulare grasso addominale, e si entra quindi in un circolo vizioso. È pertanto necessario prevenire questo problema piuttosto che curarlo. 

Il grasso addominale lo si riconosce proprio perché la nostra pancia assume la forma di una cupola, oppure si concentra soprattutto nella parte alta della pancia. Il grasso sottocutaneo è invece la classica pancetta che viene nella parte bassa della pancia, lasciando tutto il resto della pancia più o meno piatto. Quest’ultima pancia è puramente estetica, protegge i muscoli, ma non provoca danni alla salute.

Le cause dell’adipe addominale. 

Le principali cause dell’adipe addominale sono problemi ormonali, oppure disordini alimentari.  Problemi ormonali, infatti, possono modificare il metabolismo e far accumulare in modo eccessivo il grasso ingerito.

Disordini alimentari, come l’assunzione eccessiva di cibi grassi, o squilibri nella gestione dei macronutrienti, spinge l’organismo a immagazzinare più grasso di quanto dovrebbe. Anche malattie da malassorbimento e intolleranze alimentari sono in parte causa dell’accumulo di adipe addominale. Ovviamente uno stile di vita corretto previene l’accumulo di adipe anche in caso di malattie ormonali o da malassorbimento. Il grasso sottocutaneo, invece, può essere causato dalla postura, dalla vita sedentaria oppure da una dieta ricca di grassi. Come già detto in precedenza, questo tipo di grasso è un problema puramente estetico, che non causa problemi di salute.

Adipe addominale: i rischi

L’adipe addominale comporta un’infiammazione generale per l’organismo. Ecco perché in presenza di questo aumentano i rischi di malattie.

Come già accennato il grasso viscerale può causare problemi cardiocircolatori, oltre he malattie vascolari. Un metabolismo costantemente stimolato può portare inoltre a malattie endocrine, oltre che squilibri ormonali generalizzati e infertilità. Inoltre, il diabete di tipo 2 è frequentissimo per chi soffre di accumulo di grasso viscerale. 

I rischi, però, non finiscono qui. Infatti, si può andare incontro a osteoporosi, sindrome metabolica e nei casi più gravi addirittura tumori.

Il grasso addominale, inoltre, sembra essere connesso con la mente, aumentando il rischio di malattie neurologiche, ictus, mal di testa cronici, malattie neurodegenerative e depressioni.

Perdere adipe addominale: cinque consigli per ridurlo.

L’alleata principale per perdere adipe addominale è l’alimentazione. Segui una dieta varia e bilanciata, assumendo molte verdure, acqua, e cibi poco grassi. Elimina dalla tua dieta formaggi, cibi con zuccheri aggiunti, alcolici e bevande gasate. Mangia la giusta quantità di carboidrati senza esagerare, e sostituisci pane e pasta con prodotti preparati con farine integrali. Non superare più di due porzioni di frutta al giorno, e non mangiare più di due dolci a settimana. Cerca di ridurre i condimenti, e preferisci cotture semplici. Fai almeno un pasto al giorno poco elaborato, di facile digestione, senza condimenti né elementi irritanti per le mucose gastrointestinali, così da depurare l’intestino.

Il secondo consiglio è quello appunto di seguire uno stile di vita sano. Dormi otto ore per notte e fai costante attività fisica dedicando almeno tre giorni la settimana per le attività sportive intense (palestra, pesi, corsa, nuoto, attività agonistiche, ecc.) e i restanti quattro per fare passeggiate o comunque attività di media intensità. Camminare è molto importante perché ripristina la circolazione e aiuta a bruciare sia gli zuccheri che i grassi. Anche il trekking e la bicicletta possono essere due validi alleati per la perdita dell’adipe addominale. Inoltre, cerca di fare le scale ogni volta che puoi, così da mantenere sempre attivo il tuo metabolismo.

Ovviamente uno stile di vita sano include anche la riduzione dello stress. Esatto, stress e adipe sono strettamente collegati, in quanto è risaputo che lo stress stimola l’appetito, ma soprattutto aumenta la voglia di cibo spazzatura. Durante il pasto, entra in circolo l’ormone serotonina, ciò permette all’organismo di associare il cibo come un modo per abbassare lo stress. Perciò, più sarai stressato più avrai appetito, e sarai a rischio di accumulare strati adiposi. Non solo, lo stress stimola il corpo a immagazzinare più grassi del dovuto, così da essere in grado di affrontare eventuali carenze di cibo.

Il terzo consiglio è ovviamente quello di bere tisane. La natura fornisce numerose sostanze che permettono di aumentare il metabolismo oppure di depurarlo, e quindi di dimagrire. Validi alleati sono lo zenzero, che riduce il senso di fame e combatte il grasso corporeo, la cannella, la menta, l’alga fucus, che accelera il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi. La liquirizia è anch’essa un valido alleato per la depurazione del corpo, e per l’eliminazione del grasso in eccesso. Bere almeno una tisana al giorno con una di queste erbe può aiutare a dimagrire.

Come quarto consiglio, non dimenticare di fare merenda a metà mattino e metà pomeriggio. Questi due piccoli pasti possono essere veri e propri alleati per l’uomo e per la donna che desiderano un addome piatto e tonico. Può includere un frutto fresco oppure qualche noce, uno yogurt magro, oppure qualche fetta biscottata con marmellata. Ottimi anche i centrifugati di frutta e verdura.

Infine, ricordati ovviamente di bere molta acqua e mantenerti idratato, ma stai attento a non superare i tre litri giornalieri per non irritare le mucose dell’intestino. Se ciò si verifica, infatti, renderai più rapida la motilità intestinale, col rischio di non permettere all’intestino di assorbire correttamente i nutrienti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here